Libera Alessandria Rotating Header Image

Il G(i)usto di Libera!

È stata una grande festa sabato scorso per il nostro presidio “Totò Speranza”, grazie all’evento “Libera il G(i)usto”, una degustazione di vini di inizio estate, che quest’anno è stata anche l’occasione per ricordare l’anniversario delle stragi di Capaci e di via d’Amelio.

Organizzato insieme all’azienda vinicola “La Casaccia”, a Cella Monte, la serata si è svolta in allegria, dando la possibilità a chi ha partecipato di conoscere, assaggiare o riscoprire i prodotti e i vini del marchio “Libera Terra”. Il lavoro è stato tanto, ma la soddisfazione molta di più: sia per l’aiuto datoci nei preparativi da ragazzi non (ancora) parte del presidio, sia per l’enorme partecipazione dei nostri monferrini, che ci hanno raggiunto in più di duecento…!

Ci ha accompagnato la strepitosa musica della “Gallinipper Blues Band”, bravissima e coinvolgente. Nei loro intervalli, abbiamo inserito le letture che avevamo selezionato per l’occasione, parole dette da e su Giovanni Falcone e Paolo Borsellino: brani da Cose di cosa nostra¸ articoli “contro” come quello di Sandro Viola, i ricordi di un’amica come Mimma Tamburello, l’incredibile lavoro svolto di cui parla Giuseppe Ayala in Chi ha paura muore ogni giorno; e poi ancora: una canzone di Daniele Silvestri, un brano da Nomi, cognomi e infami di Giulio Cavalli, e infine il testo Cuore, scritto da Jovanotti appena dopo quei terribili attentati. In queste ultime parole ci siamo particolarmente identificati, è stata un po’ la “nostra” voce in reazione a questi terribili fatti: […] Perché quando nel mondo si parli d’Italia non si dica soltanto la mafia, i mafiosi, perché oggi è per questo che siamo famosi, ma l’Italia è anche un’altra, la gente lo grida: i ragazzi son pronti per vincere la sfida. Parole che oggi, a vent’anni di distanza, per noi, ragazzi di vent’anni, sono ancora e sempre vive.

 

 

0 Comments on “Il G(i)usto di Libera!”

Leave a Comment